Audit sito web: scopri i punti di forza e debolezza del tuo sito!

A nessuno fa piacere che un estraneo controlli in casa nostra, sia che si tratti della nostra organizzazione o del sito internet. Eppure un'analisi del sito web costante consente di risparmiare soldi e soprattutto di non rimanere indietro con i tempi. Un po' come il controllo dal dentista: nessuno ha "piacere" ad andare, ma i risvolti sono sempre positivi: se è tutto a posto, siamo contenti, se viene trovato qualche problema, siamo contenti perché possiamo intervenire in tempo prima che si trasformi in un problema più grave (e più costoso!).

E’ un’analisi imparziale, indipendente, obiettiva, affidabile e completa. Sono i numeri a parlare e non i “pareri personali”. Per questo motivo offriamo questo servizio anche ai nostri colleghi/concorrenti perché la metodologia utilizzata è totalmente trasparente. Il valore aggiunto a fare l’audit con noi è la nostra quasi ventennale esperienza che ci consente di avere una visione complessiva e globale delle varie situazioni che incontriamo.

Perché si risparmiano soldi?

Se investite in campagne di web marketing come ad esempio Google  Adwords, ma il vostro sito non risponde ai requisiti base (tecnici e di esperienza utente), molto probabilmente Google vi assegnerà un punteggio di qualità basso, che difficilmente vi permetterà di scavalcare i vostri competitor. Un altro esempio potrebbe essere quello di portare utenti che utilizzano smartphone o tablet (vedi ultimi dati) su un sito che è illeggibile o scarsamente utilizzabile. Questo sarebbe certamente un cattivo investimento.

Perché non si rimane indietro?

Dal 1995 facciamo siti internet e noi stessi ogni giorno dobbiamo imparare cose nuove perché il mercato e la tecnologia cambiano velocemente: siamo quindi abituati a conoscere, anticipare ed interpretare i cambiamenti, e mettiamo in campo continui investimenti, impegno e passione.

Qualche esempio di chi “rimane indietro”? Ci è capitato di analizzare siti nuovi che fanno grande uso della tecnologia “flash” (non supportata da diversi anni dai dispositivi Apple), oppure non responsivi (ovvero che non si adattano ai dispositivi mobile – smartphone e tablet) ed infine siti che non rispettano le “linee guida di Google” (avendo come conseguenza una cattiva indicizzazione da parte del motore di ricerca). L’elenco sarebbe lungo.

Cosa si ottiene da un "audit" sito?

Di base si ottengono due relazioni: una per il proprio provider (relazione tecnica), ed una per il cliente contenente indicazioni e proposte di miglioramento.

In entrambe le relazioni viene fatta un'analisi della componente SEO a livello base e la percentuale di aderenza del sito alle linee guida di Google. L'audit è solo un primo passo: correggere gli errori fondamentali ci consente di affrontare le altre componenti di una strategia di web marketing in modo più incisivo.

A seconda della profondità di analisi, abbiamo la necessità di collaborare insieme ai clienti: ad esempio l'accesso ai dati di Google Analytics e alla "Search Console di Google" etc. sono informazioni fondamentali per fotografare la situazione attuale del sito.

Allo stesso tempo, saper identificare insieme ai clienti i propri obiettivi, ed il tempo nel quale vogliono raggiungerli (breve, medio e lungo termine), è il mezzo per costruire insieme lo sviluppo strategico del sito.

Un'analisi evoluta di un sito web (aspetti legali, analisi dell'esperienza dell'utente, accessibilità, componenti emotive e neuro marketing, strategia SEO diretta oppure in collaborazione con il proprio consulente marketing, analisi approfondita di Google Analytics e Search Console, benchmark comparativi etc.) ha senso solo se le basi del sito sono solide.